« SoaveVersus 2007 - un' occasione davvero...Soave! | Principale | Un post scriptum che non avrei voluto scrivere »

17 agosto 2007

TrackBack

URL per il TrackBack a questo post:
http://www.typepad.com/services/trackback/6a00d834520b8069e200e54ecc50ba8833

I link elencati qui sotto sono quelli che rimandano a Chi guida non beve, ma non basta...:

» Alcol Check, prevenire prevenire prevenire! da Aristide - Blog di viaggio nel vino
Oggi non ho voglia di parlare di vino. La grave perdita subita poche ore fa da una mia e nostra cara amica non me lo consente. Per me, quando succedono queste cose, il mondo può pure fermarsi. Accidenti. Eppure, ripensando [Continua a leggere]

Commenti

Brava M.Grazia,
ottimo questo post "riassuntivo". Non per predicare al vento, ma questi concetti vanno continuamente ripresi, e ricordati, e fatti presenti, e ribaditi. Una pubblicità martellante. Proprio come quella che fanno birre, drink alcolici e superalcolici vari, e che, a giudicare dai dati vendita, funziona. Insistere, insistere, insistere. Per il bene di tutti, non solo del vino.

Lizzy

@Grazie a te cara Lizzy e al tuo post su giovani e vino. Per chi volesse approfondire i contenuti dell' indagine compiuta su “20-25 Year Olds and Wine” :
www.vinimarket.com/dossier_49730_fr.htm#52065.
All' appello mancano i giovani italiani, ahimè!
Spero di vederti a SoaveVersus! Salutone.
MG

Ciao Mariagrazia, sono arrivato nel tuo sito, e mi ha coinvolto il tuo ultimo scritto sull'alcol, dove riporti una tua drammatica esperienza.
Il 21/08 pubblicherò integralmente il tuo articolo sul mio sito :
www.winetaste.it
Spero di potere partecipare alla manifestazione del soave, ai primi di settembre, cosi' da potere incontrarti e conoscerti personalmente.
Ciao e buona giornata
Roberto Gatti

@Ciao Roberto, onorata di conoscerti ( e spero personalmente) e di essere tua ospite su www. winetaste.
Un soave saluto!
MG

Grande e coraggiosa testimonianza, Maria Grazia.
Credo che la repressione non basti. Non è mai bastata. Non basterà.
Occorre fare cultura, soprattutto. Sempre e comunque. Per accrescere la consapevolezza del bere, del mangiare, dell'alimentarsi, del condividere, del vivere.
E poi sono d'accordo sulla tua idea dell'alcoltest come gadget. Nel mio piccolino, ho già cominciato la settimana scorsa, dopo la degustazione di Champagne che ho organizzato: a fine serata, test monouso a tutti. Adesso spero che li perfezionino. E che magari abbassino un po' i costi.

@Angelo, grazie per il tuo commento e bene per il gadget a fine degustazione.
Certo, far cultura, soprattutto, ma in casi come quello che m'è toccato ricordare quest'oggi nel mio post scriptum, anche una repressione come quella stabilita dalle nuove norme è poca cosa.
Un caro saluto.
MG

ciao Grazia, concordo con tutto....si dovrebbe fare un'esame di coscienza ogni volta che ci si mette alla guida...e quando si va a una cena o a una degustazione, beh...ci si dovrebbe fermarsi a riflettere che stiamo caricandoci di armi e tritolo, come quei kamikaze che tanto fanno notizia in questi anni; non c'è alcuna differenza tra noi che esageriamo con l'alcol e loro, in fondo siamo mercenari al servizio della morte anche noi...un abbraccio...

@cara iei(otta), beh... credo occorra distiguere tra chi appunto esagera deliberatamente e chi assume comportamenti equilibrati e corretti. La differenza la fanno la cultura, la dirittura morale, la consapevolezza dei propri limiti.
Chissà... Forse la stessa modernità ha favorito una progressiva perdita del senso del "limite", per cui, appunto, non solo non si riflette sulle conseguenze dei propri comportamenti, ma si tende pure a fuggire da tutto ciò che appare limitare la propria libertà individuale.
Un abbraccio.
MG

Cara Maria Grazie, ti devo molto. Ora ti spiego. Leggendoti prima sul blog di Lizzy e adesso anche sul tuo, mi si e' stretto il cuore. Quando avevo 9 anni mio padre uccise un uomo con l'auto in pieno giorno per non aver rispettato uno stop. Si fece 3 mesi di carcere (allora le leggi erano quelle) e poi ne usci perche' la famiglia risarci la vedova (che era incinta). Mio padre non beveva, era astemio. Ha vissuto da allora in modo diverso, ha guidato ancora ed in modo diverso, sentiva un peso che quando a sua volta e' morto ha trasferito ai suoi tre figli, tra cui me. Sono passati 46 anni e ancora pensiamo a quell'incidente. Beh, scrivendo del tuo dolore personale mi hai dato un po' di coraggio e il 4 settembre su Enotime pubblichero' un articolo su questo argomento. Dobbiamo scrivere in tanti, non e' un tema da lasciare alla cronaca, tutti possiamo far qualcosa. Se da posizioni e punti di vista o esperienze diverse possiamo parlarne, allora dobbiamo parlarne e forse riusciremo un po' alla volta a convincere qualcuno a guidare da essere umano e non da pirata. Le pene del lunedi servono poco se non si riescono a far rispettare le regole e se ciascuno di noi alla guida non ne fa intimamente, convintamente, il proprio modo di guidare.
Grazie ancora per l'esempio. Hai fatto sicuramente almeno un adepto. Me. Ma vedrai che saro' soltanto uno dei molti altri che ti seguiranno in questa campagna. Che la serenita' possa lenire il tuo dolore.

@Grazie Mario per la tua testimonianza: Una condivisione di idee, la nostra e una comune sensibilità che proviene dall'aver vissuto esperienze così dolorose. Un onore per me " darti coraggio ", pur avendo risvegliato dei ricordi così forti.Hai ragione, "exempla manent".
Un saluto carissimo e, permettimi, dopo averti letto in vari luoghi del web, un grazie sincero per il tuo apprezzamento.
MG

Verifica il tuo commento

Anteprima del tuo commento

Questa è solo un'anteprima. Il tuo commento non è stato ancora pubblicato.

In elaborazione...
Il tuo commento non può essere pubblicato. Errore di scrittura:
Il tuo commento è stato pubblicato. Pubblica un altro commento

I numeri e le lettere che hai inserito non corrispondono a quelle dell'immagine. Prova di nuovo.

Come ultima cosa, prima di pubblicare il tuo commento, inserisci le lettere ed i numeri che vedi nell'immagine qui sotto. Questo impedisce che programmi automatici possano pubblicare dei commenti.

Fai fatica a leggere quest'immagine? Visualizzane un'altra.

In elaborazione...

Scrivi un commento

Pubblicità su questo sito

Diventa fan

Altri account

Facebook Instagram Twitter YouTube
La mia foto

Disclaimer

  • Soavemente è un sito web interamente gestito da Maria Grazia Melegari, non costituisce una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001. Le opinioni ivi contenute sono interamente espressione del pensiero dell’ autrice. Le opinioni altrui, eventualmente riportate, sono chiaramente identificate e pertanto sono da ritenersi sotto la responsabilità di chi le manifesta. Le fotografie sono nella quasi totalità scattate dall’autrice. Nel caso di immagini prese da internet, valutate di pubblico dominio, ciò viene chiaramente comunicato a fondo pagina. Qualora soggetti o autori fossero contrari alla pubblicazione, possono segnalarlo all’indirizzo: undiwine@hotmail.it, al fine di provvedere alla rimozione delle stesse.